Bolletta dell’energia elettrica, guida alla lettura

Bolletta elettricità

Bolletta dell’energia elettrica, guida alla lettura

Bolletta elettricitàQuali sono gli elementi fondamentali che compongono la bolletta dell’energia elettrica? E come leggere i dati più importanti? Che cosa si intende poi con bolletta 2.0?

 

Conoscere e capire come leggere la bolletta della luce è importante per tenere sotto controllo i consumi e rendersi conto di come poter ridurre eventuali sprechi energetici. Ma quali sono le voci fondamentali di una bolletta dell’energia elettrica? E che cos’è la bolletta 2.0?

 

Bolletta dell’energia elettrica, quali sono le voci più importanti?

Nella bolletta dell’energia elettrica è possibile individuare una serie di voci, che variano anche in base alla tipologia di contratto sottoscritto e segmento di appartenenza. Questo significa che, in base al tipo di contratto che si sceglie e al fatto che si appartenga al segmento residenziale o business, alcune voci della bolletta dell’energia elettrica potrebbero leggermente cambiare. All’interno della bolletta è possibile trovare il tipo di fornitura, se di energia elettrica o di gas, la voce che indica la tipologia specifica di offerta e il segmento di appartenenza, che può essere residenziale o business.

La spesa energia è un elemento che comprende gli importi fatturati in relazione alle diverse attività che vengono svolte dal venditore per fornire l’energia elettrica al cliente finale. Al suo interno si trova anche un corrispettivo che viene applicato al consumo relativo alla componente energia. Questo valore può essere periodicamente adeguato secondo le variazioni del riferimento di mercato previsto dall’offerta, se si tratta di un’offerta con prezzo variabile.

Nella voce della bolletta della luce nominata come trasporto e gestione del contatore vengono invece inclusi gli importi fatturati per le diverse attività che permettono di consegnare al cliente finale l’energia elettrica. Gli oneri di sistema rappresentano invece gli importi fatturati per la copertura dei costi relativi ad attività di interesse generale per il sistema elettrico, che vengono pagati da tutti i clienti finali. I ricalcoli sono le voci presenti solo nelle bollette in cui vengono ricalcolati importi già pagati in bollette precedenti, a causa di una rettifica dei consumi o di una modifica dei prezzi applicati, mentre le altre partite si trovano solo nelle bollette in cui vengono addebitati o accreditati importi diversi da quelli inclusi nelle altre voci di spesa.

 

Le altre voci che è possibile trovare e che bisogna conoscere per comprendere come leggere la bolletta dell’energia elettrica sono:

  • bonus sociale, una voce presente solo nelle bollette dei clienti domestici cui è riconosciuto tale bonus;
  • imposte, che comprende l’imposta sul consumo, ovvero l’accisa;
  • IVA, che viene applicata sull’importo totale della bolletta e che, per le utenze domestiche, è pari al 10%;
  • canone RAI, un elemento presente solo nelle bollette in cui viene addebitata una quota del canone di abbonamento alla televisione.

 

Bolletta della luce 2.0, che cos’è?

La bolletta della luce 2.0 rappresenta una sintesi rapida e intuitiva degli elementi essenziali che costituiscono l’offerta e gli importi dovuti. Nel primo foglio della bolletta, in modo schematico vengono si identificano facilmente il:

  • numero di fornitura e della bolletta;
  • codice cliente;
  • codice PR, per identificare il tipo di fornitura;
  • totale da pagare e relativa scadenza;
  • data di emissione e indirizzo di fornitura;
  • dati relativi al punto di fornitura, in cui è inserita anche l’indicazione della data di ultima variazione offerta;
  • riepilogo IVA;
  • riepilogo dei consumi, con quelli relativi al periodo di competenza ed eventuali consumi in addebito o accredito dei periodi precedenti.

 

Il box con l’icona della tv segnala il fatto che, a partire da luglio 2016 con la Legge di Stabilità, l’importo totale della bolletta include anche le rate del canone RAI. In base a questa Legge il canone viene inserito all’interno della bolletta dell’energia elettrica e viene applicato solo alle utenze nel luogo di residenza del cliente. L’importo, ridotto a 100€, viene addebitato in bolletta ratealmente e non è soggetto all’IVA.

 

Nella bolletta 2.0 è poi presente un grafico dove è possibile trovare in maniera semplice, veloce e intuitiva tutte le voci che compongono il totale della bolletta, in modo da poter capire subito a cosa corrispondono le varie quote della propria spesa. Le voci sono riaggregate in modo intuitivo come:

  • spesa energia;
  • trasporto e gestione del contatore;
  • imposte;
  • IVA;
  • eventualmente il bonus sociale e altre partite, come gli arrotondamenti.

 

L’area tratteggiata del grafico indica le quote in accredito, come i ricalcoli o le altre partite. Questi elementi sono importi che potrebbero essere restituiti come bonus, indennizzi automatici o conguagli a favore del cliente, ad esempio per una modifica dei consumi.