Giornata Internazionale delle Foreste, l’importanza di questa ricorrenza

Giornata Internazionale delle Foreste, l’importanza di questa ricorrenza

Il 21 marzo si celebrerà la Giornata Internazionale delle Foreste, una ricorrenza per sensibilizzare alla tutela della biodiversità e allo sviluppo della sostenibilità ambientale

Il 21 marzo sarà la Giornata Internazionale delle Foreste, una ricorrenza proclamata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2012 e che è stata celebrata per la prima volta il 21 marzo del 2013. L’obiettivo per cui è stata indetta questa giornata è quello di accrescere la consapevolezza verso l’importante funzione che il patrimonio arboreo e forestale svolge per la sopravvivenza del nostro Pianeta.

 

Giornata Internazionale delle Foreste, la ricorrenza a favore dell’ecosostenibilità

Le foreste coprono circa un terzo del Pianeta e rappresentano un polmone verde di inestimabile valore, che va tutelato per garantire uno sviluppo sostenibile e la conservazione della biodiversità. Le aree verdi nel mondo ospitano infatti circa l’80% delle specie terresti animali e vegetali. Con la Giornata Internazionale delle Foreste si ha l’opportunità di aumentare la consapevolezza verso l’importanza di tutti i tipi di ecosistemi boschivi e celebrare le diverse iniziative volte alla tutela del polmone verde della Terra.

Lo scorso anno questa giornata ha avuto come tema principale le foreste e le città sostenibili. Considerando che entro il 2050 è stato stimato che circa sei miliardi di persone vivranno nelle aree urbane, ovvero quasi il 70% della popolazione mondiale, diventa centrale tutelare la sostenibilità ambientale anche all’interno degli ecosistemi cittadini.

Recentemente Etifor, lo spin-off dell’Università di Padova specializzato in consulenza, progettazione, ricerca e formazione in ambito ambientale, è riuscito a stabilire quali sono i benefici concreti delle foreste sul territorio nazionale. Grazie allo schema del Forest Stewardship Council (FSC), 1000 ettari di foreste presenti nelle regioni del Trentino-Alto Adige, della Lombardia e del Veneto hanno ottenuto la prima certificazione a livello mondiale per tutti i “servizi ambientali”. Ad oggi queste aree boschive certificate sono state in grado di raccogliere oltre 220 mila tonnellate di CO2, evitando al tempo stesso l’erosione di 7,5 tonnellate di suolo e garantendo 485 ettari di area naturale accessibile per il tempo libero.

Con questo studio è stato quindi possibile calcolare scientificamente quanto gli alberi siano utili alla vita quotidiana: è stato dimostrato come un albero adulto sia in grado di catturare 0,65 tonnellate di CO2 all’anno, e come con 3 alberi sia possibile assorbire le emissioni medie annue di un’automobile.

 

Ecosostenibilità, quali sono i benefici nel contesto urbano?

Le aree verdi svolgono infatti una serie di funzioni benefiche per l’ambiente urbano, fra cui:

  • fare da filtro alle sostanze inquinanti;
  • mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici in quanto gli alberi immagazzinano carbonio;
  • regalare piacevoli zone di frescura per contrastare le isole di calore tipiche dei contesti urbanizzati;
  • ridurre l’inquinamento acustico, poiché rappresentano una barriera per proteggere le case dalle strade vicine e dalle zone industriali;
  • migliorare il clima locale, aiutando anche a risparmiare fra il 20 e il 50% dell’energia usata per il riscaldamento;
  • ridurre il fabbisogno di aria condizionata del 30%, perché gli alberi permettono all’aria urbana di raffreddarsi fino a 8°C;
  • gli alberi e le zone verdi che popolano le città possono diventare combustibile naturale da utilizzare per cucinare e riscaldarsi, riducendo la pressione sulle foreste naturali e la dipendenza da combustibili fossili;
  • aiutare a filtrare e regolare l’acqua, in quanto con le loro radici gli alberi immagazzinano acqua e prevengono quindi le inondazioni;
  • accrescere e mantenere la biodiversità urbana.

 

Boschi E.ON, i risultati del progetto per la sostenibilità ambientale

Il progetto Boschi E.ON è una esempio di applicazione pratica dei valori veicolati con la Giornata Internazionale delle Foreste. L’iniziativa si propone infatti di migliorare la sostenibilità ambientale e favorire la conservazione della biodiversità attraverso il coinvolgimento diretto delle persone per attuare interventi di rimboschimento in tutta Italia. In collaborazione con AzzeroCO2 il progetto Boschi E.ON è cresciuto molto dalla sua nascita nel 2011: ad oggi sono stati infatti piantati 83 mila alberi su tutto il territorio nazionale.

La piantumazione degli alberi svolge un’importante funzione di riqualificazione urbana: l’obiettivo è infatti quello di ripensare le città del territorio in un’ottica di trasformazione in smart city, dove i concetti di sviluppo sostenibile ed ecosostenibilità veicolati tramite la piantumazione delle foreste diventino i valori cardine dell’ecosistema urbano.