Treni a energia solare: gli esempi positivi di Australia e Gran Bretagna

Treni a energia solare: gli esempi positivi di Australia e Gran Bretagna

Una svolta significativa nel settore della mobilità sostenibile è stata portata dalle ricerche e dagli sviluppi ai treni alimentati a energia solare diffusi in Australia e Gran Bretagna

Pensare a un futuro dove i mezzi di trasporto, come treni, aerei e navi, verranno alimentati da energie rinnovabili non è più un’ipotesi così lontana, ma anzi è ormai una concreta realtà. L’Australia è stata il Paese capofila che ha dato una svolta importante al mondo della mobilità sostenibile: qui lo scorso anno è partito il primo treno fotovoltaico, alimentato interamente da energia solare.
Anche l’Europa, però, sta facendo significativi passi avanti nel settore della mobilità ecologica: la Gran Bretagna ha reso nota l’intenzione di realizzare per il 2020 una rete di trasporti pubblica alimentata dal sole. Ma quali potrebbero essere i risvolti positivi che queste nuove forme di mobilità sostenibile porteranno nel futuro?

Treno alimentato a energia solare, il primato è dell’Australia

Lo scorso dicembre l’Australia ha introdotto una significativa novità nel settore della mobilità sostenibile: il primo treno alimentato a energia solare ha cominciato la sua corsa lungo la linea ferroviaria dismessa a Byron Bay, nel New South Wales.

Il mezzo è stato realizzato recuperando un vecchio treno del 1949 il cui tetto è stato rivestito da moduli fotovoltaici leggeri e flessibili, che hanno fornito al treno una potenza di 6,5 kilowatt. A bordo dei vagoni è stato invece installato un sistema di accumulo a batterie, che, una volta ricaricate completamente dall’energia solare, hanno permesso al convoglio di percorrere il suo tragitto fra le 12 e le 15 volte.

Il treno australiano è anche dotato di un innovativo sistema di frenata rigenerativa, che permette di recuperare circa il 25% dell’energia che viene utilizzata ogni volta che vengono azionati i freni. Lungo il tragitto ferroviario, poi, è stato installato un impianto solare da 30 kWp. La volontà di questo innovativo progetto nel campo della mobilità ecologica è stata quella di dimostrare ai viaggiatori i vantaggi che derivano dall’utilizzo dell’energia solare anche nel settore dei trasporti pubblici.

I passi avanti della Gran Bretagna verso la mobilità sostenibile

In Europa, un esempio da seguire per tutti i paesi del Vecchio Continente è quello della Gran Bretagna. Il Paese ha infatti annunciato la volontà, entro il 2020, di alimentare tutti i treni a energia solare. L’idea di questo progetto è partita da uno studio dell’Imperial College di Londra, in collaborazione con l’ONG 10:10, intitolato “Riding Sunbeams: powering our railways with solar PV”. La ricerca ha evidenziato che non solo la solarizzazione dei mezzi di trasporto ferroviari permette di avere costi minori, ma anche che l’energia solare sarebbe in grado di fornire il 10% dell’energia totale necessaria per far funzionare i convogli.

All’interno del rapporto è possibile, inoltre, trovare una stima incoraggiante dal punto di vista della mobilità sostenibile: viene sottolineato come il 15% della rete di lavoratori del Kent, Sussex e Wessex potrebbe essere alimentata da 200 impianti fotovoltaici. Questi ultimi sarebbero anche in grado di fornire il 6% del fabbisogno energetico della metropolitana di Londra e il 20% della rete Merseyrail.

L’ipotesi progettuale prevede l’installazione di impianti che funzionano a energia solare nei pressi di binari del treno, istallati su capannoni ferroviari, campi e fabbricati industriali. Dopo averli posizionati, basterebbe semplicemente allacciarli ai binari: in questo modo i treni sarebbero in grado di utilizzare l’energia solare senza bisogno di altri passaggi. Il team di ricercatori è già alla ricerca di finanziamenti per poter realizzare il primo prototipo di treno fotovoltaico.

Queste sono solo alcune soluzioni innovative nel campo della mobilità sostenibile, che potrebbero essere prese ad esempio, in futuro non troppo lontano, da altre città e metropoli, con l’intento di rendere un giorno i sistemi di trasporto mondiali interamente alimentati da energia solare o da altre forme energetiche green.

Anche noi di E.ON abbiamo sviluppato progetti e soluzioni per costruire e diffondere il futuro della mobilità sostenibile.