Il successo di E.ON a mcTER 2018

Il successo di E.ON a mcTER 2018

La partecipazione di E.ON alla mostra-convegno mcTER 2018 ha visto un grande successo di pubblico. Ecco quali sono stati gli interventi dell’azienda e quali le innovative soluzioni proposte in campo energetico

Anche quest’anno E.ON ha partecipato a mcTER, la mostra-convegno interamente dedicata alla cogenerazione e a tutte le sue applicazioni, che si è tenuta il 28 giugno 2018 a San Donato Milanese. Evento cardine per gli operatori del settore Energy e, nello specifico, per chi, come E.ON, si occupa di cogenerazione, mcTER è l’occasione per aggiornarsi sulle ultime tecnologie, incontrare possibili partner e clienti e seguire workshop specialistici tenuti dalle aziende coinvolte.

Il successo di E.ON

Fabrizio Cattane, Head of Sales B2B di E.ON, ha tenuto l’interessante workshop “Gestione di un impianto di trigenerazione di un’azienda del settore food&beverage secondo il modello ESCo”, che ha avuto un grande successo di pubblico. Lo stesso può dirsi per lo stand E.ON, che ha avuto un flusso di più di 500 persone. I visitatori hanno poi apprezzato il discorso di Andrea Tomaselli, On Site Generation PM, intitolato “A chi tocca il rischio? I vantaggi del contratto EPC rispetto all’acquisto dell’impianto nell’allocazione delle responsabilità fra ESCo e cliente”. La tematica trattata ha generato molta curiosità intorno a E.ON, e sono state quindi numerose le richieste di informazioni presso il punto informazioni dedicato.

Cos’è un impianto di co/trigenerazione?

Gli impianti di cogenerazione si basano su motori endotermici ad alta efficienza, che permettono – a parità di energia prodotta – di ridurre il combustibile primario fino al 30%, con una diminuzione proporzionale delle emissioni di gas come la CO2. Essenzialmente un impianto di cogenerazione fornisce energia meccanica (trasformata in elettrica) ed energia termica sfruttando la stessa fonte combustibile. Un impianto di trigenerazione, invece, oltre a produrre energia elettrica e termica, fornisce energia frigorifera.

La co/trigenerazione costituisce per E.ON uno dei business principali e oggi l’azienda è uno dei maggiori leader del mercato. E.ON, infatti, si propone alle imprese energivore come partner energetico a 360°, fornendo soluzioni efficienti in grado di far risparmiare le aziende, contribuendo a rafforzarne la competitività.

Nello specifico, l’offerta E.ON per gli impianti di cogenerazione si basa sul modello ESCo, quindi con un contratto di servizio energetico. In base ad esso il cliente non deve pensare al tempo di rientro dell’investimento, perché non sostenuto in prima persona, e può concentrarsi sul core business dell’azienda. Grazie al contratto di servizio proposto da E.ON, il cliente può focalizzare le risorse tecnico-economiche sulla sua attività produttiva, impegnandosi a consumare l’energia definita nel contratto in base al suo piano.

E.ON si occupa di tutto, dall’audit energetico, alla progettazione e realizzazione dell’impianto di cogenerazione, incluse le procedure di autorizzazione, fino alla gestione dell’impianto che preleva gas metano dalla rete e lo converte in energia elettrica e termica che vengono fornite al cliente a tariffe indicizzate ai prezzi di mercato. In azienda, quindi, il cliente E.ON avrà una piccola centrale elettrica (di proprietà di E.ON) ed essenzialmente andrà ad acquistarne l’energia prodotta senza doversi occupare direttamente del sistema di cogenerazione, né da un punto di vista economico né da un punto di vista gestionale e manutentivo.

A riprova della professionalità e validità del servizio fornito da E.ON si possono ricordare le importanti partnership già siglate con alcune delle maggiori aziende del territorio nazionale quali Gruppo Goglio, Acqua Minerale San Benedetto, Granarolo, Reckitt Benckiser, Beaulieu International Group e recentemente anche il Gruppo Bracco (realizzazione impianto entro il 2019).

Scopri tutti i nostri servizi