Fattura elettronica per i fornitori, cambiamenti e novità

Fattura elettronica per i fornitori, cambiamenti e novità

La fattura elettronica è un innovativo sistema digitale che punta a ridurre lo spreco di carta e a migliorare l’efficienza dei sistemi di pagamento, attraverso un flusso digitale che ottimizza il rapporto fra azienda e fornitori

Dal 1° gennaio 2019 verrà attivata la fatturazione elettronica, un innovativo metodo che rivoluzionerà le transazioni fra privati. Questo strumento avrà un importante e significativo impatto sulle imprese, non solo nei rapporti fra operatori economici (B2B), ma anche verso i consumatori finali, in un’ottica B2C. Italia, Spagna e Turchia sono fra i paesi europei con il più alto livello di cultura in tema di fatturazione elettronica.

In particolare E.ON, cogliendo l’opportunità data dal fatto che il Sistema di Interscambio (SDI) è disponibile per le transazioni B2B dello scorso 1° gennaio 2017, ha deciso di anticipare il processo di fatturazione elettronica con i propri fornitori. Questo sistema presenta numerosi benefici e vantaggi, il più importante dei quali è sicuramente il miglioramento della relazione con i fornitori, rendendo più tempestiva ed efficace la gestione di tutto il flusso e trasformando il rapporto da una fornitura di servizio a una di collaborazione.

Fattura elettronica, novità e vantaggi

La fatturazione elettronica è un sistema digitale che permette l’emissione, la trasmissione e la conservazione delle fatture, evitando l’utilizzo di un supporto cartaceo e i relativi costi di stampa e spedizione. La fattura elettronica inviata tramite SDI non viene emessa in formato PDF, bensì in XML (eXtensible Markup Language), un linguaggio informatico che permette di definire e controllare tutti gli elementi di un documento, verificando che le informazioni rispettino i requisiti previsti dalla legge.

Questa tecnologia è altamente efficiente in quanto permette di effettuare controlli migliori, accertandosi, ad esempio, se si tratta di una fattura quadrata, ovvero se l’imponibile con l’aggiunta dell’IVA coincide con il totale.

Ma a cosa serve la fattura elettronica? I vantaggi che questo sistema digitale apporterà sono numerosi:
– lo scambio informativo aumenterà l’aspetto collaborativo con i fornitori;
– vantaggi e benefici fiscali per gli operatori che adottano la fatturazione elettronica;
– pagamenti più rapidi, perché le attività di gestione della contabilità e dei relativi adempimenti risulteranno più snelli e brevi;
– miglioramento nella gestione della liquidità;
– minor utilizzo di carta e maggior rispetto dell’ambiente con una sensibile riduzione di inutili sprechi.

Fattura elettronica online, come funziona

La fatturazione elettronica sarà obbligatoria per tutte le partite IVA italiane. Ci sarà un cambiamento anche per quanto riguarda il sistema di interscambio: quest’ultimo infatti, sarà costituito da un software che viene messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate e tramite esso le aziende dovranno inviare le fatture, evitando quindi l’utilizzo dell’email. Il fornitore potrà inserire all’interno del file XML l’indirizzo PEC o il codice destinatario. Una fattura elettronica che non viene emessa attraverso questo software viene considerata non emessa.

Appena il fornitore invierà la fattura elettronica, l’Agenzia delle Entrate avrà a disposizione cinque giorni per verificare che il documento sia conforme e, soltanto in caso di approvazione dall’ente, l’azienda riceverà la fattura del fornitore. È inoltre necessario che i fornitori comunichino anticipatamente gli ordini d’acquisto o altri riferimenti utili alla gestione del documento prima dell’emissione della fattura. Nel caso in cui venga inserito un importo errato nel documento, è possibile richiedere uno storno via email e l’emissione di una nota di credito e di una nuova fattura elettronica mezzo SDI.

La fatturazione elettronica introdurrà quindi significative novità, sia per quanto riguarda il sistema di ricezione e trasmissione del documento, che avverrà attraverso l’utilizzo dello SDI, il Sistema di Interscambio, in cui andrà inserito il codice destinatario, sia per quanto riguarda la strutturazione della fattura stessa, che sarà in formato XML, quindi con un’organizzazione ad albero. In questo campo E.ON ha deciso di anticipare i tempi, e di rendere già operativo il sistema di fatturazione elettronica per i propri fornitori. on questo strumento E.ON punta a ridurre sensibilmente i consumi di carta e gli sprechi, per salvaguardare l’ambiente, nonché a diminuire i tempi di pagamento, aumentando l’efficienza.