Crowdfunding ed energia pulita: 5 piattaforme per investire nel rinnovabile

Crowdfunding ed energia pulita: 5 piattaforme per investire nel rinnovabile

 

Uno dei più grandi impedimenti dell’energia rinnovabile sono sempre stati i finanziamenti, con queste piattaforme di crowdfunding l’energia pulita diventa a portata di tutti

 

1. Scuole a pannello solare
Solar Schools è il titolo di un’iniziativa nata in Inghilterra per installare pannelli solari sui tetti di alcune scuole inglesi. Una piattaforma online permette ai genitori, agli insegnanti e alle comunità locali di raccogliere piccoli fondi per installare i pannelli sui tetti delle scuole. Un’iniziativa no profit si rende responsabile di portare avanti il progetto dopo la raccolta fondi; le scuole ricevono un pagamento dall’energia generata dai loro pannelli, oltre all’energia rinnovabile accumulata dal normale utilizzo del pannello solare. Questo progetto ha sviluppato una consapevolezza diversa nei confronti del tema energia tra i più giovani, avvicinando le comunità e raccogliendo più di 480.000 euro.

2. Gencommunity
Gencommunity è una piattaforma lanciata nel 2013 con lo scopo di portare sviluppo ed investire in progetti a scopo benefico che costruiscano una cultura di comunità e un’attitudine alla resilienza, aiutando ad alleviare la povertà e supportando la sostenibilità e la sicurezza dei cittadini. Funziona grazie ad un modello “win-win”, dove gli investitori ricevono capitale che viene reinvestito nei progetti e le comunità ricevono benefits relativi all’energia. La piattaforma ha ottenuto nel 2013 il British Renewable Energy Award per il contributo dato alle comunità.

3. Mosaic
Mosaic, piattaforma lanciata negli Stati Uniti nel 2013, ha raccolto in pochissimo tempo più di 6 milioni di euro. Il suo funzionamento è semplice: come una grande banca virtuale di energia rinnovabile, permette investimenti per progetti che vengono pagati in una fase successiva, solitamente dopo 10 anni. Le soglie di investimento iniziale sono piccole, si parte da 25 dollari e sempre più investitori sono diventati interessati al finanziamento di progetti relativi all’energia solare, facendo diventare la piattaforma il primo marketplace online in questo settore, con una crescita in espansione su progetti ad esso strettamente collegati. La piattaforma ha il sogno di espandere i suoi confini anche fuori dalla California e da New York, le città che fino a ora l’hanno accolta a piene mani, cercando investitori anche oltreoceano.

4. Abundance generation
Abundance generation permette di partecipare alla sua piattaforma a partire dai 18 anni in su. È ben conosciuta per il suo modello di investimento, si parte da 5 pounds e dal 2009 ha raggiunto 8 milioni di euro. Gli investitori in questo caso non ricevono benefit di energia ma soltanto un ritorno economico, anche se possono richiedere una percentuale sul profitto generato dalla vendita dell’energia prodotta dal progetto. Anche se la piattaforma è nata per agire prevalentemente nel settore delle energie rinnovabili, è previsto in futuro un ulteriore sviluppo anche in altre aree, tra cui le necessità sociali e i benefits etici.

5. Windcentrale
Windcentrale, piattaforma lanciata nel 2010, ha raccolto da oggi più di 14.3 milioni di euro, diventando la più grande piattaforma mondiale di crowdfunding per l’energia rinnovabile. Segue un modello di sviluppo molto semplice: il denaro viene raccolto da privati sulla piattaforma per acquistare pale eoliche; ogni investitore diventa anche proprietario e, grazie a questo, riceve i benefits finanziari. In media, ogni investitore ottiene circa 500 KWH all’anno, abbastanza per prendersi cura delle loro bollette dell’energia per i prossimi 12/15 anni. Con un ritorno finanziario del 7%, investire con Windcentrale diventa molto conveniente.